I 5 presidenti del Brasile durante la dittatura militare del 1964-1985 - Articoli

Consiglia, 2019

Scelta Del Redattore

I 5 presidenti del Brasile durante la dittatura militare del 1964-1985

introduzione

Il 31 marzo 1964, il governo brasiliano subì un colpo di stato da parte di soldati contrari all'allora presidente João Goulart, che fu privato del potere. Le forze armate hanno assunto lo stato e imposto un regime militare dittatoriale che è durato 21 anni. Questo regime terminò nel 1985 quando Tancredo Neves, il primo presidente civile dalle elezioni del 1960, fu eletto indirettamente. Scopri chi erano i cinque presidenti brasiliani che governarono il paese durante la dittatura militare del 1964-1985.

Pubblico dominio

Maresciallo Humberto de Alencar Castelo Branco (1964-1967)

Il maresciallo Castelo Branco istituì i primi atti istituzionali (AI) e adottò misure come la sospensione dei diritti politici dei cittadini; l'annullamento dei mandati parlamentari; la dissoluzione di tutte le parti e la creazione di due nuove associazioni politiche: la National Renewal Alliance (Arena), che ha riunito i partiti di governo, e il Movimento democratico brasiliano (MDB), che ha riunito le parti avversarie. Castelo Branco ottenne prestiti dalla Banca Mondiale e dal Fondo Monetario Internazionale (FMI), in accordo con gli Stati Uniti, per investire nelle infrastrutture del paese.Nel 1967 entrò in vigore la nuova Costituzione, che cercò di istituzionalizzare il regime militare, aumentando l'influenza del ramo esecutivo.

Pubblico dominio

Maresciallo Artur da Costa e Silva (1967-1969)

Il governo del maresciallo Costa e Silva ha affrontato un'ondata di proteste, oltre agli scioperi e alla riorganizzazione politica dell'opposizione. Questo è stato il periodo in cui è emerso il movimento studentesco universitario, così come le organizzazioni di sinistra che hanno affrontato la dittatura. In risposta a questi movimenti di opposizione, il governo ha radicalizzato le misure oppressive. Nel 1968 fu promulgato l'Atto Istituzionale n. 5 (AI-5), che attuò ufficialmente la dittatura e chiuse completamente il sistema politico, autorizzando la repressione poliziesca e la restrizione della cittadinanza. Costa e Silva hanno terminato il suo mandato a causa di problemi di salute.

Pubblico dominio

Generale Emílio Garrastazu Médici (1969-1975)

Il governo del generale Medici divenne noto come il più repressivo della dittatura militare. La repressione faceva parte della vita di tutti i giorni, così come gli arresti, le torture, l'esilio e le sparizioni di oppositori del regime. Questo fu anche il periodo di censura delle manifestazioni artistiche e culturali. I prestiti ottenuti da Castelo Branco furono investiti in infrastrutture e servirono come base per quello che divenne noto come il "miracolo economico" degli anni 1970. Furono generati milioni di posti di lavoro e il Prodotto interno lordo aumentò del 12% l'anno. Tuttavia, questo modello economico ha generato un enorme debito estero, il cui interesse ha impedito allo Stato di poter effettuare nuovi investimenti.

Pubblico dominio

Generale Ernesto Geisel (1974-1979)

Il governo del generale Geisel coincise con la fine del miracolo economico. Alti tassi, la crisi petrolifera e la recessione globale hanno interferito nell'economia brasiliana. Di conseguenza, la popolazione è diventata più insoddisfatta. Il partito di opposizione (MDB) è stato vittorioso nelle elezioni del 1974, vincendo molti dei voti per il Senato e la Camera, e anche per le prefetture delle principali città. Fu durante questo periodo che iniziò la (e lentamente) graduale democratizzazione del paese: alla fine del periodo del generale Geisel, i movimenti sociali e studenteschi si erano riorganizzati insieme all'opposizione politica, e la repressione era diminuita. Nel 1978, l'AI-5 fu revocata e l'habeas corpus restaurato.

Pubblico dominio

Generale João Baptista de Oliveira Figueiredo (1979-1985)

Il governo del generale Figueiredo fu l'ultimo della dittatura militare. La vittoria dell'opposizione alle elezioni del 1978 iniziò ad accelerare la redemocratizzazione. Figueiredo ha concesso, con la legge di Amnesty, il ritorno diretto al paese per i politici brasiliani in esilio. Questa legge ha anche concesso il perdono a coloro che hanno commesso crimini politici. La recessione e i tassi di inflazione sono aumentati e la performance del governo è stata solo mediocre nell'area economica. Nel 1979, le varie parti tornarono al lavoro e ne furono create altre, come il Partido dos Trabalhadores (PT). Nel 1985, il civile Tancredo Neves fu eletto dal Collegio elettorale, ponendo fine al periodo della dittatura militare.


Categorie Popolari

Top