Quanto tempo ci vuole perché l'intossicazione alimentare si manifesti - Articoli

Consiglia, 2019

Scelta Del Redattore

Quanto tempo ci vuole perché l'intossicazione alimentare si manifesti

Quando il cibo viene preparato impropriamente, può contenere organismi pericolosi che provocano danni considerevoli al corpo umano. La fonte di intossicazione alimentare può derivare dalla raccolta e dalla lavorazione del cibo, dal modo in cui sono stati conservati o da una preparazione inadeguata, specialmente nel caso in cui venisse servito crudo. I sintomi di avvelenamento da cibo includono nausea, diarrea, dolori di stomaco, febbre e debolezza.Questi sintomi iniziano a manifestarsi ovunque e durano da poche ore a diversi giorni dopo aver mangiato il cibo.

I batteri possono contaminare il cibo (Immagine di colonie di batteri da ggw da Fotolia.com)

orario

La manifestazione in meno tempo di intossicazione alimentare si verifica con l'elenco (trovato in latticini non pastorizzati, conserve di carne, hot dog), norovirus (trovato in frutti di mare e prodotti crudi), con perfringes di Clostridium (trovato in salsa di carne e cotto male cotto) e con Staphylococcus aureus (trovato nella carne e nel latte). I sintomi possono apparire in qualsiasi momento tra 1 e 48 ore dopo l'ingestione.

giorni

Alcuni contaminanti impiegano alcuni giorni per agire sul corpo prima che compaiano i sintomi. La più conosciuta è la Salmonella, che si trova in carne, latte e prodotti a base di pollo, ei sintomi di intossicazione alimentare compaiono da uno a tre giorni dopo aver mangiato il cibo. Il Rotavirus e la Shigella, entrambi trovati nei prodotti crudi, ne prendono tanto. Il campilobatterio, presente nella carne e nel pollame che sono venuti a contatto con la materia fecale, si manifesta dopo due o cinque giorni. Il virus E. coli, che si trova nella carne contaminata e nel latte non pastorizzato, richiede da uno a otto giorni di manifestare i sintomi. Vibrio vulnificus, trovato in molluschi come cozze e ostriche, appare anche entro uno o sette giorni.

settimane

In alcuni casi, l'intossicazione alimentare può richiedere fino a poche settimane affinché i sintomi inizino a manifestarsi. L'epatite A, per esempio, non appare per quasi quattro settimane e può essere trovata nei frutti di mare e nei cibi crudi. La Giardia lamblia, che esiste nelle verdure crude, è presente tra 7 e 14 giorni. A volte le fonti di intossicazione alimentare possono essere difficili da determinare con precisione a causa del lasso di tempo che intercorre tra il consumo del cibo contaminato e l'esposizione dei sintomi.

durata

Una volta che l'intossicazione alimentare si manifesta, può durare tra un giorno e una settimana e mezzo. Il più grande pericolo durante questo periodo è la disidratazione dovuta alla perdita di liquidi (il vomito e la diarrea fanno asciugare rapidamente). Potresti avere problemi a tenere il cibo nello stomaco. Cerca di bere più acqua possibile o succhia i cubetti di ghiaccio se trovi difficoltà a deglutire. Scegli cibi con poco condimento e facili da digerire, come crackers di acqua salata e zuppe leggere, così diventerai più forte. In situazioni in cui non è possibile ingerire i liquidi per più di 24 ore, contattare immediatamente un medico. Può fare un'idratazione endovenosa per mantenerti stabile finché non si migliora.

considerazioni

Poiché l'intossicazione alimentare può avere un significativo periodo pre-brevetto, è importante ricordare esattamente ciò che hai mangiato in un determinato periodo di tempo. Cerca di ricordare cibi crudi, come ostriche e insalate, in luoghi che non sembravano molto igienici. Se ricordi quando hai mangiato lì e quali alimenti sono stati consumati, crea una linea temporale per determinare quale tipo di intossicazione alimentare è presente nel tuo caso.


Categorie Popolari

Top